giovedì 26 maggio 2011

E il gigante che ti sovrastava
ecco, vedi che s'è assopito
e che forse addirittura
non è mai esistito.
è vero che di lottare non smetterai mai,
che in questo mondo faticherai
senza sosta alla ricerca di un posto dove stare
un posto dove delle ingiustizie
ti potrai dimenticare,
un posto che sicuramente mai riuscirai a trovare;
che nuovi famelici giganti incontrerai,
che montagne da scalare sul tuo cammino troverai
e piangerai
e suderai
e imprecherai
ma ancora per una carezza sorriderai...
Perchè se questa vita è un inferno
ci pensa l'amore a farti vivere un paradiso eterno...


E scusate la rima,

non fa parte di me, ma m'è venuta così...

3 commenti:

  1. E'un bellissimo testo,complimenti!

    RispondiElimina
  2. Non amo la rime, ma quella finale ci sta proprio. L'amore allarga gli orizzonti , asciuga il sudore e le lacrime, è l'unica nostra speranza in questo inferno.
    Un saluto

    RispondiElimina
  3. Grazie Costantino, non amo scrivere in rima, ma m'è venuta così!!!
    Marcello sì, l'amore è tutto quello che ci rimane, quello che ci da la forza di andare avanti nonostante la avversità e i numerosi ostacoli che la vita ci riserva.
    Un abbraccio ad entrambi

    RispondiElimina

Grazie di aver lasciato il tuo commento...